Benvenuto! Accedi o registrati.
Settembre 02, 2014, 07:39:22 am
Indice Aiuto Accedi Registrati
Notizia: E' in edicola PUNTO ZERO nr.5

+  Nexus Edizioni FORUM
|-+  Scienza
| |-+  Medicina e Salute
| | |-+  crescita PSA dopo prostatectomia radicale
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione. « precedente successivo »
Pagine: 1 2 [3] 4 Stampa
Autore Discussione: crescita PSA dopo prostatectomia radicale  (Letto 35411 volte)
Meccano
Eretico
****

Karma: +167/-51
Scollegato Scollegato

Messaggi: 4059


Ezia omnes ego non


« Risposta #30 inserita:: Novembre 17, 2010, 05:44:02 pm »

Aggiungo che sarebbe oltremodo altraiggioso ed offensivo poter inventare d'aver malati o essere direttamente coinvolti, nei forum gira di tutto quindi quote armando e mario.
Registrato
peppe57
Eretico
****

Karma: +20/-5
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1167



« Risposta #31 inserita:: Novembre 17, 2010, 06:58:49 pm »

..........Faccio appello a tutti coloro che sono in stato di necessità: non date retta agli innumerevoli ciarlatani che imperversano in rete; a loro interessa solo spillarvi quattrini. Affidatevi a medici seri e se non soddisfatti, cambiate medico od ospedale o città ma non date retta alle cure e prescrizioni fatte per forum, per mail o per telefono: ne va della vostra vita!!!


Concordo. non date retta a ciarlatani in camice bianco e ai loro difensori in pectore, ma applicatevi a comprendere quello che il vostro corpo dice, quelli che una volta era chiamata sintomatologia, e confrontate le opinioni espresse, perchè nessuno è detentore della verità, ma ognuno di un frammento della stessa, e poiché siamo tutti diversi, dobbiamo prima di tutto conoscere la nostra macchina e le sue indicazioni, e poi comprendere quale frammento è il più idoneo per noi.
Registrato
peppe57
Eretico
****

Karma: +20/-5
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1167



« Risposta #32 inserita:: Novembre 17, 2010, 07:03:44 pm »

Mec... stavolta non ci siamo. Mario si è comportato come quel ginecologo, primario di un pretenziosissimo ospedale, che, di fronte alla nostra volontà di far nascere il figlio a casa, se ne uscì con un "ma è roba da animali"... dimenticando forse come era nato lui...
Comprensibile, d'altronde, visto che perogni parto in ospedale la struttura in cui operava (non so se vi operi tuttora. E' accaduto 20 anni fa) prendeva dei bei soldini dalla regione e dallo stato, senza contare gli extra per i parti cesarei, di cui quella struttura detiene un triste primato...

Gira e rigira è sempre e solo questione di soldi. Altro che gli "accorati appelli" di mario...
Registrato
Meccano
Eretico
****

Karma: +167/-51
Scollegato Scollegato

Messaggi: 4059


Ezia omnes ego non


« Risposta #33 inserita:: Novembre 17, 2010, 07:31:48 pm »

Ma peppe non capisco, sono d'accordo, io davo solo manforte ad una parte del discorso di mario e armando, certo non l'ho specificato questo è un errore che porta a questo, l'incomprensione ma non è grave, vorrei riprendermi ma ciò che ho scritto sulla menzogna in rete rimane. Scusa mec
Registrato
orso in piedi
Eretico
****

Karma: +11/-13
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1259



« Risposta #34 inserita:: Novembre 17, 2010, 08:15:35 pm »


Concordo con peppe.Ricordatevi che molti "dottori"invitavano a vacinarsi Sad
Anche loro hanno finito di porsi delle domande.
Certamente esistono i ciarlatani,ma questo non vuol dire che ci siano anche persone molto serie e preparate.
A Mario vorrei chiedere cosa pensa del dr.Di Bella,o del dr.Simoncini,o ecc.ecc..
Sono ciarlatani?Gradirei risposta,grazie.

orso in piedi
Registrato

"Leggi non per contraddire e confutare, né per credere e dare per scontato, ma per soppesare e considerare."Sir Francis Bacon
nuages
Eretico
****

Karma: +11/-4
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1099


« Risposta #35 inserita:: Novembre 17, 2010, 10:42:41 pm »

a me personalmente le info che ho appreso su questo sito mi sono servite molto per completare un mio quadro informativo che porto avanti analizzando le info che mi arrivano da più parti, per poi confrontandomi con i miei medici di fiducia  prendere delle decisioni.
in tutte le situazioni della nostra vita è bene assumere informazioni, poi bisogna essere in grado di analizzarle e confrontarle con altre situazioni onde arrivare alla decisione si spera migliore.
Registrato
orso in piedi
Eretico
****

Karma: +11/-13
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1259



« Risposta #36 inserita:: Novembre 18, 2010, 12:15:24 am »


nuages,esattamente quello che farei io.

orso in piedi
Registrato

"Leggi non per contraddire e confutare, né per credere e dare per scontato, ma per soppesare e considerare."Sir Francis Bacon
Mario Lipuma
Seccatore
*

Karma: +0/-0
Scollegato Scollegato

Messaggi: 34


« Risposta #37 inserita:: Novembre 18, 2010, 02:02:47 am »


Concordo con peppe.Ricordatevi che molti "dottori"invitavano a vacinarsi Sad
Anche loro hanno finito di porsi delle domande.
Certamente esistono i ciarlatani,ma questo non vuol dire che ci siano anche persone molto serie e preparate.
A Mario vorrei chiedere cosa pensa del dr.Di Bella,o del dr.Simoncini,o ecc.ecc..
Sono ciarlatani?Gradirei risposta,grazie.

orso in piedi
I vaccini antinfluenzali io non li ho mai fatti  nella mia lunga vita... mi ricordo benissimo dell'Asiatica della fine degli anni '950 quando quasi tutto il mio paese si ammalò. E io no.
Sul Dr Di Bella non mi pronuncio perché la mia esperienza sulla sua cura si limita alla conoscenza di una parente, probabilmente già terminale, che pur seguendo la sua cura è deceduta nel giro di pochi mesi.
Del simoncini non ne voglio parlare per evitare di essere bannato da questo forum... e chi vuol capire capisca!
Registrato
Mario Lipuma
Seccatore
*

Karma: +0/-0
Scollegato Scollegato

Messaggi: 34


« Risposta #38 inserita:: Novembre 18, 2010, 02:05:39 am »

a me personalmente le info che ho appreso su questo sito mi sono servite molto per completare un mio quadro informativo che porto avanti analizzando le info che mi arrivano da più parti, per poi confrontandomi con i miei medici di fiducia  prendere delle decisioni.
in tutte le situazioni della nostra vita è bene assumere informazioni, poi bisogna essere in grado di analizzarle e confrontarle con altre situazioni onde arrivare alla decisione si spera migliore.

Concordo perfettamente. E' proprio quello che volevo consigliare.
Registrato
Mario Lipuma
Seccatore
*

Karma: +0/-0
Scollegato Scollegato

Messaggi: 34


« Risposta #39 inserita:: Novembre 18, 2010, 02:17:29 am »

Mec... stavolta non ci siamo. Mario si è comportato come quel ginecologo, primario di un pretenziosissimo ospedale, che, di fronte alla nostra volontà di far nascere il figlio a casa, se ne uscì con un "ma è roba da animali"... dimenticando forse come era nato lui...
Comprensibile, d'altronde, visto che perogni parto in ospedale la struttura in cui operava (non so se vi operi tuttora. E' accaduto 20 anni fa) prendeva dei bei soldini dalla regione e dallo stato, senza contare gli extra per i parti cesarei, di cui quella struttura detiene un triste primato...

Gira e rigira è sempre e solo questione di soldi. Altro che gli "accorati appelli" di mario...
Io sono nato in casa, perché all'epoca così usava, con l'assistenza dell'unica levatrice esistente nel paese.
Sapete il colmo della storia? In quel paese di circa 4000 anime, nello stesso giorno, ci sono state due puerpere: mia mamma che abitava in cima al paese e un'altra signora che abitava un paio di km più in basso... e si viaggiava a piedi... Vi lascio immaginare quante volte quella povera levatrice quel giorno ha fatto su e giù, strattonata dai parenti delle puerpere...
Se fossero andate ambedue in ospedale, sarebbe stato più facile per tutti... e per fortuna tutto è andato bene!
"E' solo questione di soldi": non mi risulta che per partorire in ospedale si paghi! Per partorire a casa, sicuramente sì! E sempre salvo complicazioni...
Registrato
peppe57
Eretico
****

Karma: +20/-5
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1167



« Risposta #40 inserita:: Novembre 18, 2010, 03:43:48 am »


"E' solo questione di soldi": non mi risulta che per partorire in ospedale si paghi!


Non si paga?Huh?

e invece si paga... e anche salato. Solo che non te ne accorgi perchè paga lo stato o la regione (e dopo i pianti sullo sforamento della spesa sanitaria......).
E costa anche molto, ma molto di più di un parto a casa, perchè a casa sono venuti il ginecologo (una volta il 25 dicembre e un'altra il 28. Se fossimo stati in ospedale erano due cesarei assicurati, uno al 20 prima delle ferie e l'altro al 30 prima delle feste di capodanno), e l'ostetrica, mentre in ospedale devi foraggiare la casa farmaceutica che vuole che ti facciano l'ossitocina, quella che vuole che usi i suoi tappetini sterili, quello che vuole che usi i suoi ferri chirurgici, senza contare il costo della struttura ospedaliera.....

non si paga? cerchiamo di vedere dietro l'apparenza. Senza contare che in caso di parto cesareo i costi triplicano, e guarda caso i parti cesarei sono più del 50% del totale.... (senza parlare delle conseguenze negative di un cesareo sia per la madre che per il bambino, ma questo è un altro discorso più lungo).

quando è nata la nostra quarta figlia, sempre a casa e sempre con lo stesso ginecologo, l'ostetrica portò con sè un'allieva ostetrica per farle vedere e comprendere cosa era veramente un parto naturale, e questa ragazza ci ringraziò per l'esperienza che aveva vissuto, completamente diversa dalla realtà ospedaliera. Costi? Da qualsiasi punto di vista direi "impagabile", per lei.

E, giusto per chiudere con questo discorso, quando la regione marche varò una legge che prevedeva il rimborso della spesa sostenuta dalla famiglia per il medico e l'ostetrica, dai conti fatti dall'ASL risultò che, anche con la presenza di un'ambulanza sotto casa per eventuali emergenze, la spesa per la regione era circa cinque volte minore di quella per un parto ospedaliero (non cesareo).

Una spesa cinque volte minore per la regione significavano incassi cinque volte più bassi per i signori delle divisioni di ostetricia e ginecologia... così, nel nome della salute delle donne, la legge fu boicottata...

E oggi invece viene rilanciata la necessità di espandere il parto a casa per rientrare nei criteri di sostenibilità della spesa sanitaria...Gira e gira, si tratta solo di soldi...
Registrato
nuages
Eretico
****

Karma: +11/-4
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1099


« Risposta #41 inserita:: Novembre 19, 2010, 08:01:45 am »

Ma che strano, io qui avevo chiesto molto semplicemente info, che poi mi sono arrivate e spero me ne arrivino ancora, sul mio problema inerente la crescita del PSA dopo prostatectomia radicale, se vogliamo essere utili agli altri utenti con problemi analoghi qui evitiamo polemiche ed atteniamoci al tema.
Per esempio al San Luigi di Orbassano ed in altri 10 posti in Italia si sta sperimentando un nuovo esame chiamato Veritex ancora più dettagliato della PET per andare ad individuare cellule tumorali in modo più preciso, questo strumento sarà molto utile per la prevenzione e per risolvere problemi per esempio come il mio, quando sarà messo a punto, speriamo presto.
Registrato
Marvin
Seccatore
*

Karma: +0/-1
Scollegato Scollegato

Messaggi: 86


« Risposta #42 inserita:: Gennaio 09, 2011, 02:58:30 pm »

Salve a tutti, e chiedo scusa se approffitto di questo th non mio e naturalmente anche se non ti conosco Nuages ti mando un caldo abbraccio.
Ma volevo chiedere se qualcuno sa se esiste qualche terapia che possa fare diminuire il volume della prostata, questo per evitare un intervento chirurgico (TUR P). grazie mille
Registrato
nuages
Eretico
****

Karma: +11/-4
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1099


« Risposta #43 inserita:: Gennaio 10, 2011, 01:47:48 pm »

Ormai le terapie chirurgiche e non sulla prostata sono stra conosciute in quanto è un problema che dopo i 60 anni coinvolge la quasi totalità della popolazione maschile, l'ingrossamento della prostata è un male comune, ci sono dei farmaci che riducono l'infiammazione e quindi aiutano il flusso delle urine, poi c'è la carotatura interna chirurgica ecc. ecc. quello che è importante è tenere d'occhio il PSA perchè è un marcatore che può segnalare la presenza di un tumore maligno che è meglio fermare se si è sotto l'età dei 70-75 anni, ma queste sono tutte questioni stra conosciute da un qualunque medico di base, oppure da un urologo qualsiasi, ci sono poi anche delle terapie di medicina alternativa come l'assunzione di Tuya nell'omeopatia, aiutano anche l'assunzione degli omega 3 e 6 estratti da olii essenziali vegetali, ma alla base di tutto conviene rivolgersi ad un urologo di fiducia.
Registrato
Marvin
Seccatore
*

Karma: +0/-1
Scollegato Scollegato

Messaggi: 86


« Risposta #44 inserita:: Gennaio 10, 2011, 03:47:26 pm »

Grazie per la info, ma cosa è la carotatura? E poi è qusto il bello non riesco a mettermi in pace il cuore ho già girato tre urologi con tre pareri differenti almeno apparentemente.
il 1° mi ha proposto un intervento all'uretra allargamento per svuotare la vescica bene
però non ha visto gli ultimi esami con due diverticoli
2° ha detto sono pazzo se mi faccio operare devo fare una cura farmacologica 6 mesi di Omnic + avodart, ma non ho capito se era x tutta vita
3° categoricamente intervento sulla prostata ed anche urgentemente

Ora sto prendendo tamsulosin generico e poi di mia inziativa Prosterbe ed olio di semi di zucca ma non vedo grandi miglioramenti.
Registrato
Pagine: 1 2 [3] 4 Stampa 
« precedente successivo »
Vai a:  


Accesso con nome utente, password e durata della sessione

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.19 | SMF © 2006-2007, Simple Machines XHTML 1.0 valido! CSS valido!
anything