ATTENZIONE: il forum è attivo in modalità di sola lettura,
non sarà possibile iniziare nuove discussioni o rispondere a quelle aperte.
Nexus Edizioni FORUM
Gennaio 22, 2017, 11:40:51 pm *
Benvenuto! Accedi o registrati.

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizia: E' in edicola PUNTO ZERO nr.5
 
   Indice   Aiuto Accedi Registrati  
Pagine: [1]
  Stampa  
Autore Discussione: rivoluzione 9 dicembre  (Letto 4320 volte)
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
ciccio11
Seccatore
*

Karma: +0/-0
Scollegato Scollegato

Messaggi: 49


« inserita:: Dicembre 09, 2013, 04:41:19 pm »

http://www.autostrade.it/autostrade-gis/traffico.do?mapLevel=mega
 la rivoluzione pacifica è iniziata questa notte, AUTOSTRADE BLOCCATE A BOLOGNA,BARI,VENEZIA,GENOVA,PERUGIA.

posto un link per chi fosse interessato a sapere live che succede tramite radio, perchè ovviamente nessuno ne parla nei tg .
<a href="http://www.youtube.com/v/k56gCywInRE" target="_blank">http://www.youtube.com/v/k56gCywInRE</a>


incredibile forse la massa di pecoroni si è svegliata.

Registrato
enea
Eretico
****

Karma: +13/-26
Scollegato Scollegato

Messaggi: 3144



« Risposta #1 inserita:: Dicembre 09, 2013, 05:53:11 pm »

CMQ NON è SUCCESSO NULLA.....non ho capito bene dove vedi che il gregge di pecore si sia svegliato...ieri i n 3 milioni sono andati a votare quel simpaticone di renzi.....
oggi se e no ci saranno state 3 00 mila persone in tutta italia per strada a fare una stima super ottimistica....
a me sembra una sconfitta totale e mi rassegnerei ....
Registrato

la distanza piu grande che un uomo possa percorrere è limitata solo da quanto la sua mente lo possa portare lontano.
luce e oscurità:meglio essere nella luce e tentati dall oscurità o nell oscurità e mirare ad un luminoso obiettivo?
ciccio11
Seccatore
*

Karma: +0/-0
Scollegato Scollegato

Messaggi: 49


« Risposta #2 inserita:: Dicembre 09, 2013, 06:25:52 pm »

 infatti ho detto forse,ma almeno sono li pacificamente e adirittura in alcune zone la polizia protesta con i cittadini, e questo è un buon inizio in più le piazze si stanno riempendo.  e comunque anche se sarà un fallimento alcune persone credono ancora di poter cambiare una situazione sempre di più insostenibile.  Forse sono proprio quei poco più di 300 mila persone in tutta italia per strada a fare una stima super ottimistica,che combattono con il cervello e non con la violenza. I veri risvegliati.
Registrato
enea
Eretico
****

Karma: +13/-26
Scollegato Scollegato

Messaggi: 3144



« Risposta #3 inserita:: Dicembre 09, 2013, 09:49:54 pm »

il punto è questo...vivi e vivevo in un paese dove per cambiare le cose o per provarci,se va bene scendono in strada 500mila persone che corrispondono a 1 centoventesimo della popolazione,lo 0,83 per cento,se cambiasse le cose compierebbe un atto democratico?ovviamente per la situazione attuale lo ritengo un atto giusto,e sempre personalmente me ne sbatto le palle della democrazia,per me un bel regime ora come ora sarebbe l unica soluzione per far sparire feccia politica bancaria e delle corporazioni.....ma a parte le mie idee,ritengo che da un punto di vista dell etico cittadino perbenista che vuole a tutti i costi la democrazia moderna,non sia giusto che lo 0.86 decida per gli altri,se gli italiani volessero ribaltare il paese dovrebbero essere almeno 31 milioni per strada....diversamente consiglio vivamente di continuare a fare gli schiavi al meglio possibile o anzi di cercare di far parte degli schiavisti,oppure cambiare paese o continente o meglio ancora scegliere la giungla tropicale piu vicina
Registrato

la distanza piu grande che un uomo possa percorrere è limitata solo da quanto la sua mente lo possa portare lontano.
luce e oscurità:meglio essere nella luce e tentati dall oscurità o nell oscurità e mirare ad un luminoso obiettivo?
Norfieddu
Seccatore
*

Karma: +0/-0
Scollegato Scollegato

Messaggi: 14



« Risposta #4 inserita:: Dicembre 10, 2013, 11:50:17 am »

Si inizia sempre dal piccolo. Manca un leader per ora. Ma arriverà anche quello e chissà magari si darà vita ad un nuovo "ecosistema".
Registrato

Sono uno di voi perchè credo in voi, ma non sarò come voi...
mah
Complottista
**

Karma: +7/-1
Scollegato Scollegato

Messaggi: 391



« Risposta #5 inserita:: Dicembre 10, 2013, 12:23:21 pm »

Intanto, ecco un comunicato stampa del SIULP (Sindacato Italiano Unitario Lavoratori Polizia:
"Dichiarazione del Segretario Generale Felice Romano

Quanto accaduto a Torino, a Genova e in tutte le altre città, nonostante i soliti delinquenti professionisti del disordine che hanno dato sfogo alla loro indole criminale e violenta, senza però riuscire a separare il “Paese” (cittadini e poliziotti), merita un plauso a tutti quei colleghi di tutte le forze di polizia che oggi, in modo professionale e coraggiosamente hanno detto simbolicamente basta alla lontananza della politica governativa e dei palazzi del potere rispetto ai danni che stanno producendo contro le famiglie e i lavoratori di questo paese.

Togliersi il casco in segno di manifesta solidarietà e totale condivisione delle ragioni a base della protesta odierna di tutti i cittadini che hanno voluto gridare basta allo sfruttamento e al soffocamento dei lavoratori e delle famiglie italiane, è un atto che per quanto simbolico dimostra però che la misura è colma e che i palazzi, gli apparati, e la stessa politica ormai sono lontani dai problemi reali dei cittadini e troppo indaffarati ai giochi di potere per la propria sopravvivenza e conservazione della casta.

Ecco perché il governo in primis e il ministro Alfano a seguire, bene farebbero al ascoltare il Sindacato e prima ancora i cittadini di questo Paese; giacchè la misura e colma e se non si inverte questa tendenza a chiedere sempre e maggiori sacrifici in cambio di nulla, a maggior ragione quando non si da il buon esempio cominciando a rinunciare i propri privilegi che sono tanti, anzi troppi, si ricordino il passaggio biblico nel quale si afferma: “terribile sarà l’ira degli onesti”.

Lo afferma Felice Romano, Segretario Generale del SIULP in una nota nella quale, nel commentare le straordinarie immagini in cui gli appartenenti alle forze di polizia si sono tolti il casco in segno di condivisione e rispetto delle ragioni della protesta, senza per questo rinunciare o abdicare al proprio dovere di garantire la sicurezza pubblica e di fermare i violenti, sottolinea come questo epilogo fosse scontato rispetto al grido di allarme che il SIULP, a nome dei poliziotti, sta lanciando da tempo e che il governo continua a non raccogliere.

Speriamo che questo segnale sia da monito ai palazzi del potere, alle caste, al governo ma anche a tutti i violenti e i professionisti del disordine.

Questa volta nessuno riuscirà a separare il “Paese” sano costituito dai lavoratori, dalle famiglie e dai servitori dello Stato, come accaduto negli anni di piombo. Che il governo ne tragga le dovute e necessarie conseguenze.

Il SIULP sarà a fianco e con questi colleghi per dire basta allo sfruttamento e al maltrattamento dei poliziotti e dei cittadini, per dire ascoltate la voce del popolo."
Tratto da: http://www.siulp.it/sciopero-forconi-siulp-plauso-colleghi-monito-a-politica-e-palazzi.html

Anche se io stesso non ho grande fiducia che le cose possano cambiare a breve, questi sono segnali incoraggianti.
Direi che... almeno una riflessione qualcuno lì in alto cominci a farsela!
Registrato
Pagine: [1]
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.19 | SMF © 2006-2007, Simple Machines XHTML 1.0 valido! CSS valido!